DIAZ – di Gian Marco Chiocci e Simone di Meo – Imprimatur – pp. 160

 

Il questore Vincenzo Canterini, ex comandante del reparto celere di Roma denominato Settimo Nucleo e di un gruppo scelto di settanta poliziotti addestrati specificamente per operazioni di ordine pubblico in occasione del G8 di Genova, accetta di raccontare per la prima volta la sua verità sulla “macelleria messicana” alla scuola Diaz, e sul blitz che lo vide diretto protagonista in mondovisione. Un racconto in prima persona di quella giornata. Con rivelazioni sconvolgenti sulla catena di comando, su chi picchiò e chi non picchiò i no global, sulle pressioni ricevute dall’alto del Viminale, sulle bugie e le omissioni di uomini in divisa e non, sugli accordi sotto banco con i centri sociali di Casarini saltati per l’esplosione dei black bloc: tutto quello, insomma, che il processo non ha appurato.

 

 

indietro

Focus

Seguici su facebook...